Il racconto di

ALBINO BONALDO

"Sono passati circa cinquant’anni da quando..."

Presidente Bonaldo S.p.A.

ALBINO BONALDO

“Sono passati circa cinquant’anni da quando un istituto religioso locale mi chiese di sistemare le reti dei letti del suo dormitorio. Ricordo perfettamente questo episodio, in quanto all’epoca la produzione dell’azienda di mio padre era prevalentemente artigianale e questo, di fatto, è stato il mio primo cliente.

L’avventura ha preso una svolta industriale quando ho deciso di creare il marchio Bonflex, che comprendeva una collezione di reti per letti con una lavorazione a zig-zag. Qualche tempo dopo, ho introdotto nella produzione le reti pieghevoli portamaterasso, che ci hanno consentito presto di conquistare quote rilevanti di mercato: siamo arrivati a produrne ben 30.000 pezzi all’anno. Successivamente ho voluto ampliare la gamma implementando una tecnologia innovativa per l’epoca: un sistema di ribaltamento della rete e del materasso consentiva al letto stesso di essere ruotato ed integrato perfettamente negli armadi. Anche questo modello, di cui abbiamo prodotto parecchie migliaia di pezzi, si è rivelato un successo. In seguito, ho deciso di ampliare ulteriormente la gamma con i letti a castello e vari modelli di letti singoli.

In questa prima fase, le collaborazioni con i grandi gruppi dell’arredamento europeo, in particolare francesi e tedeschi, si sono rivelate fondamentali per l’affermazione dell’azienda. In quel periodo siamo arrivati a produrre una media di 1000 reti Bonflex al giorno.

Negli anni successivi però mi sono reso conto che il mercato stava progressivamente subendo un’inversione di rotta: la domanda stava cambiando e non potevo ignorare questo segnale. La strada più opportuna mi è sembrata quella di tralasciare le reti e concentrarmi sull’arredamento vero e proprio. Per questo motivo, ho creato Led & Co e Styling, specializzate in imbottiti: ho aggiunto alla produzione prima divani e poltrone letto, poi anche divani fissi.

Se penso che negli anni Sessanta potevo contare sulla forza mia e di una trentina di operai, e ad oggi i dipendenti sono più che triplicati, non posso non essere orgoglioso della crescita dell’azienda e ripensare con fierezza all’impegno che è stato necessario per far crescere quella che agli inizi era una ditta individuale in s.n.c. e, negli anni, in S.p.A.. Nel 1971, anno della prima partecipazione al Salone del Mobile, nello stand di 70 metri quadri esponevo la rete Bonflex e letti a castello. Oggi, 45 anni dopo, mi riempie d’orgoglio continuare a non mancare l’appuntamento annuale alla stessa fiera…ora però con a fianco mio figlio Alberto, uno spazio espositivo di oltre 500 metri quadri e una gamma di prodotti che comprende tavoli, sedie, complementi, divani e letti.”